Lo scorso 19 novembre presso l’Istituto comprensivo di Via Anagni a Roma si è svolto un incontro con i ragazzi sul tema “Media e Minori: cosa fare e come difendersi dalle insidie del web”. L’iniziativa che si inserisce nell’ambito del progetto Corecom sulla “Media Education” è volta a sensibilizzare i docenti, i minori e le loro famiglie sulle insidie che possono derivare da un uso scorretto della rete.

Oltre a Maura Frasca, dirigente dell'Istituto, sono intervenuti: Michele Petrucci, presidente del Corecom Lazio, Massimiliano Valeriani, vice presidente Consiglio Regionale del Lazio, Aurelio Lo Fazio, dirigente responsabile della struttura Corecom e Giammarco Palmieri, presidente del V Municipio di Roma.

“La rete può rappresentare - ha dichiarato Michele Petrucci - un “grande amico” per i cittadini di domani ma al contempo può diventare anche un “nemico insidioso” se non usato con responsabilità e nel rispetto del prossimo. E’ questo il senso del ciclo di incontri con i docenti, ragazzi, le loro famiglie che il Corecom Lazio, con l’aiuto della Polizia Postale,.ha programmato negli Istituti della Regione per tutto il corrente anno scolastico.

“L’appuntamento di oggi - ha proseguito il presidente del Corecom - assume però un significato particolare poiché coincide con la giornata internazionale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, ovvero la data in cui venne approvata dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite a New York, il 20 novembre 1989, l’omonima convenzione. Ed è anche per sostenere convintamente i valori in essa richiamati che il Corecom Lazio è in prima linea con la Regione Lazio, per educare le nuove generazioni ad un corretto uso delle nuove tecnologie”.

Massimiliano Valeriani rivolgendosi ai ragazzi ha detto: "La Regione Lazio, tra le prime in Italia, si doterà di una legge contro il bullismo con l’obiettivo di tutelare la crescita educativa, sociale e psicologica dei minori, promuovendo e sostenendo azioni di contrasto del fenomeno del bullismo. E per azioni di contrasto si intendono progetti di formazione e sensibilizzazione, iniziative di carattere culturale o sportivo, programmi a supporto degli adolescenti e delle loro famiglie all’uso consapevole di internet, dal momento che sono proprio i social network il mezzo più usato per diffondere video e bravate, offese e scherzi prepotenti ai danni delle vittime designate. Ed oggi che si celebra la Giornata dell’Infanzia ognuno di noi – rappresentanti delle istituzioni, docenti, forze di polizia, famiglie – è chiamato a dare il proprio contributo per garantire e ampliare la tutela dei minori, anche attraverso la conoscenza e la prevenzione di situazioni di potenziale pericolo.

Come da programma, l’incontro si è chiuso con l’intervento di un rappresentante della Polizia Postale, il sostituto commissario della Polizia postale e delle comunicazioni di Roma Roberto Giuli, a seguito del quale ragazzi, insegnanti e genitori hanno potuto rivolgere le loro domande.

Prossimo appuntamento: il 26 novembre presso l’I.C.S. Giovanni Bosco, scuola secondaria di I° grado a Fabrica di Roma (VT).

Roma, 19 novembre 2015

 Guarda il lancio d'agenzia

 

 

GLI APPUNTAMENTI PRECEDENTI

Il 12 novembre l'iniziativa del Corecom Lazio "Media Education" ha fatto tappa al Dante Alighieri di Roma. All'appuntamento sono intervenuti, Giovanna D’Arco, dirigente dell'Istituto Dante Alighieri, Michele Petrucci, presidente del Corecom Lazio, Baldassarre Favara componente commissione regionale " Vigilanza e pluralismo dell’informazione"  . Quindi l'intervento della Polizia postale e delle Comunicazioni: i ragazzi, insegnanti e genitori hanno potuto rivolgere  le loro domande al sostituto commissario Roberto Giuli. 

 “Questa campagna -  ha detto  Petrucci-  intende aiutare i ragazzi ad un uso responsabile della rete e dei social network. Ci vuole rispetto per gli altri e per se stessi e  bisogna sempre pensare a cosa si sta mettendo in rete."

Baldassarre  Favara rivolgendosi ai ragazzi ha detto :"Sono felice di aver preso parte a questa importante iniziativa, in un tempo come il nostro è sempre più importante seguire i minori nel rapportarsi correttamente con i media e le nuove tecnologie. Questi infatti possono essere strumenti importanti con il giusto utilizzo e ormai sono parte della vita quotidiana di tutti noi."

Prossimi appuntamenti: il 19 novembre, in occasione della giornata dell’Infanzia e dell’adolescenza l'iniziativa avrà luogo presso l’Istituto comprensivo  "Via Anagni",  nella via omonima al n. 48,   a Roma. Il prossimo 26 novembre invece  il Corecom con Media education farà tappa a Fabrica di Roma,  in provincia di Viterbo presso la scuola secondaria di I grado dell'Istituto comprensivo  "San Giovanni Bosco". 

Vedi il servizio di Rete Sole sull'iniziativa all'Istituto comprensivo Dante Alighieri 

(13 nov 2015)

 

L'iniziativa Media education del 5 novembre

Il 5 novembre l'iniziativa si  è svolta presso l'Istituto comprensivo "Giorgio Ambrosoli" in via della Primavera 207 a Roma. Hanno dato  il benvenuto Paolo del Paolis, dirigente dell'Istituto e Giammarco Palmieri, presidente del V municipio di Roma. Interventi di Massimiliano Valeriani, vicepresidente del Consiglio regionale e Michele Petrucci, presidente del Corecom Lazio. A seguire è stato il sostituto commissario della Polizia postale e delle Comunicazioni di Roma Roberto Giuli  a dare risposte ai ragazzi, genitori e docenti sui rischi e le opportunità della Rete. L'obiettivo  è quello di sensibilizzare genitori, studenti ed insegnanti a prevenire, tramite l'acquisizione conpasevole di opportune conoscenze, le insidie del Web in generale ed in particolare dei social network.

Nel corso dell'incontro di stamane il vicepresidente del Consiglio regionale Massimiliano Valeriani ha detto ai ragazzi presenti: "Voi potreste insegnare a noi come si usano i social network,  ma bisogna stare attenti: il 40 per cento dei ragazzi romani o praticano o sono vittime del cyberbullismo"

Il presidente del Corecom Michele Petrucci ha ricordato che il Corecom Lazio ha istituito uno sportello "web reputation" dove ci si può rivolgere se si ritiene che sul web siano stati pubblicati contenuti ritenuti lesivi della propria reputazione. E' uno sportello di ascolto per i cittadini che valuta i singoli casi e consiglia come comportarsi. 

Giammarco Palmieri, presidente del V municipio ha detto che "Internet e social network sono strumenti formidabili ma bisogna usarli consapevolmente per evitare disastri". (5 nov 2015)

 

L'appuntamento del 29 ottobre al Fedinando Santi 

Il 29 ottobre l'iniziativa  si è svolta all'Istituto comprensivo Ferdinando Santi, nel IV municipio. Hanno partecipato, oltre  oltre a Anna Fiorani, dirigente dell'Istituto,  l'assessore alla Scuola del IV municipio Paolo de Paolis, il presidente del Corecom Michele Petrucci, il responsabile delal struttura Aurelio Lo Fazio e il vicepresidente del Consiglio regionale Massimiliano Valeriani. Sui rischi della Rete ha parlato Pia Nuccitelli di Telefono Azzurro, mentre è stato Roberto Giuli, sostituto commissario della Polizia postale di Roma a rispondere alle domande di ragazzi e docenti.

Il vicepresidente del Consiglio regionale Valeriani  rivolgendosi agli alunni dell'Istituto ha detto che "L'impegno in favore dei ragazzi contro il bullismo servirà a costruire la società del domani: la politica è utile solo se si occupa dei cittadini, a partire proprio da voi . La Regione Lazio - ha concluso -  è la prima in Italia ad essere impegnata contro il cyberbullismo finanziando ogni anno progetti e programmi di sensibilizzazione tra i giovani"

"Questa campagna- ha sottolineato il presidente del Corecom Lazio  Petrucci- intende favorire il dialogo tra istituzioni, famiglie e Scuola per rendere tutti consapevoli dei rischi e delle precauzioni da prendere per una navigazione sicura. Gli stessi genitori e insegnanti infatti - ha proseguito – non hanno piena consapevolezza di quali pericoli possono incontrare i ragazzi utilizzando Internet e i social network in modo improprio, come confermano gli episodi gravissimi di cui, purtroppo, la cronaca recente è spesso testimone. Non bisogna lasciare soli i ragazzi e per questo, la Scuola, il Corecom, la Polizia postale e le istituzioni debbono e possono fare davvero molto”.

 (29 ott 2015)

 ____________________________________________________________

L'iniziativa alla "Regina Margherita" il 23 ottobre scorso

Lo scorso 23 ottobre l'iniziativa del Corecom Lazio si è svolta presso l'Istituto comprensivo ''Regina Margherita''. In una sala affollatissima,  alla presenza del sottosegretario Davide Faraone, gli studenti, dopo la consueta iniziale timidezza, hanno raccontato le loro esperienze con il Web ed hanno posto numerose domande alle quali puntualmente i responsabili della Polizia postale hanno dato risposte esaurienti.

“Il Corecom in questo modo – ha detto il presidente Petrucci – vuole svolgere non soltanto un ruolo di garanzia e controllo ma anche di sostegno ed aiuto a docenti e genitori e ai nostri ragazzi nell'ottica della prevenzione”.

“Riscontriamo sempre l’interesse e la grande sensibilità dei giovanissimi al tema della “navigazione sicura" - prosegue Petrucci - superata infatti la timidezza iniziale gli studenti, nell’interazione con la Polizia postale, manifestano i loro dubbi ed aprendosi al confronto, possono comprendere con semplicità i pericoli dai quali occorre guardarsi nell’utilizzare Internet ed i social network.

"L’altra cosa che ci dimostra l’utilità del progetto è il riscontro che si ha con i genitori e gli adulti partecipanti a questo tipo di incontri. E’ come se questa iniziativa fosse in grado di offrire una finestra sul mondo dell’adolescenza e favorire il dialogo tra genitori e figli. Il Corecom diventa in questo modo, e grazie a questo progetto, un’istituzione sempre più utile.”

All'iniziativa del 23 scorso (cui si riferiscono le foto del servizio) sono intervenuti, portando il loro saluto, Sabrina Alfonsi, presidente del I Municipio, ,  e Antonio Preto, commissario Agcom.  Su "Media e Minori: rischi consigli e tutele" hanno parlato la responsabile delle politiche culturali del Censis Elisa Manna e la dirigente del compartimento del Lazio della Polizia postale e delle Comunicazioni Nunzia Ciardi. E’ seguito uno spazio dedicato alle domande che ragazzi, insegnanti e genitori hanno rivolto a Marco Cervellini, responsabile nazionale del progetto Scuola della Polizia di Stato.  Ha concluso gli interventi  Davide Faraone sottosegretario di Stato del Miur:  "Questa del Corecom Lazio – ha detto -  è una lodevole iniziativa. Il tema del Web, delle sue insidie e di come fare per difendersi è un tema attualissimo che dovrebbe diventare materia d'insegnamento nelle scuole". 

Guarda il video

        

07

Set 2022

IL CORECOM LAZIO ALLA MOSTRA DI VENEZIA PER PARLARE DI CINEMA E EDUCAZIONE AI MEDIA

Non solo film, star e mondanità alla 79esima Mostra del Cinema, ma anche momenti di approfondimento e analisi degli strumenti educativi per i giovani Si è svolto questa mattina, presso la prestigiosa cornice della “Sala del Tiepolo” di Palazzo Labia, oggi sede Rai Veneto, nel corso della settimana dedicata alla 79ª edizione della Mostra del Cinema, il convegno organizzato dal Coordinamento...

09

Ago 2022

Evento - La Buena Education

    I Corecom e l'educazione ai media. 06 Settebre 2022 ore 09.30 Venezia - Palazzo Labia Sala del Tiepolo  

03

Ago 2022

Rimborsi MAG

Con riferimento ai MAG relativi alla tornata elettorale indetta con Decreto del Presidente della Repubblica n.96, del 21.7.2022, si comunica che i rimborsi degli stessi potrebbero non avvenire, per intero o parzialmente, qualora i fondi Ministeriali risultassero insufficienti

01

Ago 2022

Elezioni politiche del 25 settembre 2022: da giovedì 21 luglio in vigore la disciplina in materia di par condicio

Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 169 il decreto del Presidente della Repubblica In data 21 luglio 2022 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 169 il decreto del Presidente della Repubblica 21 luglio 2022, n. 97 relativo all’indizione dei comizi elettorali, per domenica 25 settembre 2022, per l’elezione della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica. A partire dal 21 luglio...