24/02/2017 – Il presidente del Co.Re.Com Lazio, Michele Petrucci, ha illustrato i temi principali dell’attività del Comitato che saranno formalizzati nella Relazione consuntiva per il 2016 sottoposta all’approvazione della Pisana entro fine marzo.

Tra i punti principali evidenziati, dopo aver  ricordato l’importanza del ruolo del sistema Co.Re.Com nella difesa e tutela dei consumatori, particolare attenzione è stata dedicata da Petrucci al tema del rinnovo dell’ accordo quadro con Agcom per lo svolgimento delle funzioni delegate. Un’attività destinata a crescere e che il Corecom intende affrontare facilitando la presentazione delle istanze prevedendo sia una piattaforma informatica web  che la consegna fisica presso sportelli territoriali da dislocarsi  sul territorio, almeno nei capoluogo di provincia.

Un servizio, quest’ultimo, che, anchetramite il protocollo sottoscritto con Anci Lazio, il Co.Re.Com Lazio intende svolgere con sempre maggiore efficacia, coinvolgendo i comuni che ne faranno richiesta, così da agevolare per i cittadini del Lazio il ricorso alle “alternative dispute evolution”, l’unico strumento come anche l’Europa riconosce, che assicura l’efficace tutela dei diritti del consumatore. Anche in tale prospettiva, unincremento significativo del contributo da parte di Agcom al Co.Re.Com Lazio appare pertanto indifferibile – ha affermato Petrucci, ribadendo “la inadeguatezza dell’attuale entità che non  è sufficiente a conseguire i livelli di servizio che la stessa Agcom, peraltro, richiede”.

“Basti pensare – ha continuato Petrucci, esprimendo “preoccupazione per lo stato dell’iter negoziale” e auspicando “il rafforzamento della collaborazione con Agcom nell’interesse dei cittadini del Lazio” che ”rispetto al 2008 - quando fu siglata la  convenzione vigente e definito il contributo attuale - i volumi delle sole conciliazioni sono quasi raddoppiati – oltre 11.000 controversie nel 2016 - con un aggravio operativo di cui non si può far carico soltanto il Co.Re.Com”

Nel suo intervento, Petrucci ha poi descritto le altre attività svolte dal Corecom nel 2016 a cominciare dal monitoraggio sull’informazione - in particolare nei periodi di “ par condicio”, in occasione dei due referendum e delle elezioni amministrative - riferendo come non siano rilevate anomalie significative. Tra le probabili cause – secondo Petrucci – anche la minore incidenza della programmazione informativa emittenza televisiva locale, a fronte della crescita esponenziale della comunicazione, anche politica, via web, che sfrutta le potenzialità offerte in termini di “disintermediazione” da strumenti come i social network.

Un tema, questo della crisi della emittenza locale che “sta particolarmente a cuore al Corecom” anche in considerazione dei recenti preoccupanti sviluppi della vicenda sede romana di Sky.

Pertanto, il Comitato anche sulla base delle competenze attribuite dalla legge regionale sull’informazione di recente approvazione, intende “contribuire fattivamente alla rilancio di un comparto d  eccezionale rilevanza sia per l’economia regionale che per la salvaguardia di diritti fondamentali come il pluralismo dell’informazione”. Tra le iniziative che il Co.Re.Com intende riproporre, la realizzazione di corsi di formazione – destinatari giornalisti e tecnici del Lazio - che, sostenendo la sfida e le potenzialità dell’economia digitale, introducano i nuovi modi, tecniche e professionalità della informazione adeguando, come ha ricordato Petrucci” le capacità e le competenze dei lavoratori alle nuove tecnologie e alle dinamiche socioeconomiche della comunicazione“.

Problematiche che investono anche l’informazione e la comunicazione tramite web, cui Petrucci ha fatto rifermento ricordando, il progetto “media education” rivolto alla tutela dei minori e ai pericoli della navigazione in internet, che,per il terzo anno, sarà realizzato nelle scuole, negli ospedali con la partecipazione di esperti, specialisti e rappresentanti della Polizia postale. Progetto destinato ad ampliarsi nel 2017 – a difesa e tutela delle categorie di utenti più colpite come donne e migranti –

 anche a tematiche di pressante attualità come “fake news” e “hate speech”.

Anche per tali iniziative, come per il complesso della sua programmazione, il Corecom ricercherà il coinvolgimento e la condivisione dei principali stakeholder, in particolare “le università e le rappresentanze degli editori, dei lavoratori e dei giornalisti”. A proposito di diritti e informazione, infine, Petrucci ha ribadito,  in conclusione del suo intervento, che il Corecom Lazio, in attuazione di un Odg della Conferenza dei Consigli regionali, intende promuovere d’intesa con il Coordinamento nazionale dei Corecom, l’inserimento nelle edizioni dei tg locali il servizio per gli utenti sordi con l’utilizzo della lingua italiana dei segni.

La relazione consuntiva sarà presentata formalmente entro la fine di marzo al Consiglio. Hanno partecipato all'audizione i Consiglieri Marta Bonafoni (Si-Sel), Baldassare Favara (Pd), Devid Porrello (M5s).

21

Giu 2017

Petrucci a Radiocolonna.it " Per le emittenti locali, l'unica strada per uscire dalla crisi è cogliere le opportunità del multimediale"

“In una regione composita, ma anche ricca di opportunità, bisogna essere in grado di cambiare linguaggi. Le TV locali devono diventare anche fornitrici di servizi" è quanto dichiarato dal Presidente del Corecom Petrucci a Radiocolonna.it (link http://www.radiocolonna.it/osservatorio-sulla-capitale/2017/06/15/antenne-a-mezzasta-nel-lazio/) 

15

Giu 2017

Aboliti gli extracosti delle tariffe per il roaming all'interno della UE

Da oggi i consumatori europei che viaggiano all’interno del territorio dei Paesi comunitari, possono comunicare senza più dover non sostenere  gli extra costi per le tariffe del roaming. Comunicato Ascolta l'intervista del Presidente Petrucci - Teleradiostereo

15

Giu 2017

Comunicare fiducia nell’Europa: il Corecom Lazio alla giornata sulla comunicazione del XIV Simposio Internazionale dei Docenti Universitari

Il Corecom Lazio parteciperà al seminario “Comunicare speranza e fiducia in Europa. Università e società in dialogo”, in programma il 23 giugno, nell'ambito del XIV Simposio Internazionale dei Docenti Universitari. Tre giorni di seminari e discussioni che, in occasione del 60°anniversario dei Trattati di Roma, sul tema: “La Terza missione delle Università, dei Centri di Ricerca...

01

Giu 2017

"Bene la nuova legge sul cyberbullismo. Il Corecom, intensificherà le iniziative di media education avviata da tre anni nel Lazio".

Intervista a Michele Petrucci, presidente Corecom Lazio per capire il significato della legge da poco approvata. Di Oriana Maerini Da pochi giorni è stata approvata la legge sul Cyberbullismo ma pochi sanno che nel Lazio esisteva già una  legge  regionale che, prima in Italia, grazie alla quale è stata messa in atto, già da tre anni, soprattutto nelle scuole. Per saperne di...