"La ripresa nel Lazio deve essere un'occasione da cogliere anche per l'emittenza privata", è quanto affermato  nel suo saluto da  Michele Petrucci, Presidente del Corecom Lazio, all’ iniziativa della Associazione Stampa Romana che ha invitato editori, manager, politici, giornalisti e sindacalisti a confrontarsi sul tema della crisi della emittenza privata a Roma, che a causa del sommarsi di  fattori  strutturali (crisi dei media con l’avvento del digitale e della rete) versa ancora in condizioni di grave difficoltà.

Un rilancio – secondo Petrucci - che passa “attraverso  la valorizzazione di  fattori quali la capacità di innovare, la professionalità di tutti coloro – a cominciare da editori  e professionisti - che operano nel comparto e un piano di investimenti pubblici “ e che vede impegnata anche la Regione con un piano di investimenti destinati “a chi produce informazione in un contesto di  progettualità  e di attenzione  alo sviluppo del lavoro, alla qualità dei  contenuti  intesa  anche alla  valorizzazione della comunità e del territorio regionale”.

Un piano, alla cui elaborazione il Corecom ha potuto contribuire,  che  prevede lo stanziamento di 1,6 milioni di euro di fondi a sostegno del comparto della informazione regionale.

Finanziamenti destinati   all’emittenza televisiva su digitale terrestre e l’emittenza radiofonica con trasmissione di segnale con tecnologica analogica o digitale satellitare; la stampa quotidiana e periodica locale e le agenzie di stampa.  Ma che intende anche accompagnare lo sviluppo di start up  e  testate giornalistiche on line, attuando un sostegno  che per il Corecom deve essere “selettivo e basato  su criteri meritocratici, evitando la dispersione dei finanziamenti ma puntare a sostenere  a favorire  quei soggetti   che  investono nella attività   informativa, rappresentando le istanze del territorio, impiegando  dipendenti e giornalisti qualificati e  svolgendo  così una reale funzione di pubblico servizio”.

Petrucci ha poi affermato che, a suo avviso, ci sono le condizioni per  affrontare una  sfida che però “si vince solo con l’unità e il coinvolgimento di tutti gli stakehoder” e che “momenti di confronto e riflessione  come quello organizzato oggi da ASR sono una opportunità per perseguirli”.

Iniziative  per le quali  il Corecom Lazio, nel  suo ruolo di organismo di garanzia e di consulenza del Consiglio regionale, intende fare la sua parte come dimostra anche  l’ investimento in corsi di formazione,  completamente, gratuiti sui  nuovi modi di fare informazione digitale, e le nuove tecniche e professionalità del giornalismo e della comunicazione, destinati a giornalisti e tecnici del comparto dell’emittenza locale del Lazio, che vivono condizioni di disagio professionale (cassa integrazione o disoccupazione). Corsi che da quest’anno sono aperti  anche ai giovani che intendono lavorare nel l’informazione regionale ”.

Roma, 1 dicembre 2017 

Guarda il video

 

 

22

Ott 2020

CORECOM LAZIO E GARANTE DELL’INFANZIA DEL LAZIO INSIEME PER IL CONCORSO NAZIONALE “RILEGGIAMO L’ARTICOLO 34 DELLA COSTITUZIONE”

Roma, 22 ottobre 2020 Il Corecom Lazio e il Garante dell’Infanzia e dell’Adolescenza del Lazio hanno deciso di sostenere il Concorso nazionale “Rileggiamo l’articolo 34 della Costituzione” promosso per l’anno scolastico 2020/2021 dal Ministero dell’Istruzione, dall’Associazione Articolo 21, dalla Federazione Nazionale della Stampa Italiana, dalla Rai -Radiotelevisione Italiana, dall’Associazione...

16

Ott 2020

Il Comitato incontra l'ANCI Lazio

Venerdì 9 ottobre, nella sede di ANCI Lazio, si è svolta la riunione conoscitiva tra i vertici dell’associazione e la nuova presidente di CO.RE.COM Lazio, l’avvocato Maria Cristina Cafini. I Corecom sono presenti in ogni regione italiana e nelle province  di Trento e di Bolzano ed hanno il compito di assicurare a livello territoriale regionale una serie di funzioni a tutela dei cittadini,...

12

Ott 2020

CORECOM E GARANTE DELL’INFANZIA DEL LAZIO: “PIÙ FONDI ALLE FAMIGLIE PER LA DIDATTICA A DISTANZA”

Roma, 12-10-2020 Il Corecom Lazio e il Garante dell’Infanzia e dell’Adolescenza del Lazio, in una lettera a firma congiunta, chiedono lo stanziamento di nuovi fondi per aiutare le famiglie indigenti nell'acquisto di dispositivi mobili e consentire la didattica a distanza dei propri figli.La lettera è stata inviata al Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, al Presidente del Consiglio...