Il Co.re.Com. Lazio ha organizzato lo scorso 12 febbraio il convegno: "Le comunicazioni elettroniche nella società digitale tra tutela del consumatore e libertà d'impresa" (Roma, Palazzo WeGil - Sala Auditorium, Largo Ascianghi, 5).

Nel corso del convegno è stata presentata una ricerca affidata all’Istituto Eures che fotografa il settore nella regione dallaprospettiva dei consumatori, dei gestori e degli organismi di vigilanza, rilevando anche il grado di conoscenza e gradimento dei servizi del Co.Re.Com. da parte dell’utenza. Uno studio qualitativo e quantitativo da cui si ricavano dati che, pur se riferiti al Lazio, appaiono sostanzialmente rappresentativi della situazione nazionale. Qualche esempio: il 94% degli intervistati si dichiara titolare di un contratto di telefonia mobile ma quasi la metà si dice “incompetente” su tecnologie e offerta di servizi. Grazie a internet, usano lo smartphone non solo per telefonare, il 51,2% dei consumatori ha cambiato negli ultimi 5 anni il proprio operatore telefonico (il 39,3% ha cambiato due operatori e l’11,9% tre o più), il 49,6% degli utenti segnala di aver avuto una qualche controversia con il proprio operatore telefonico negli ultimi 5 anni, a fronte del 50,4% che afferma di non averne subito alcuno. Le controversie più frequenti riguardano la fatturazione di servizi non richiesti e la fatturazione di costi superiori a quelli attesi mentre molti percepiscono come un sopruso il cambio unilaterale delle condizioni contrattuali daparte del gestore. Con questa iniziativa - ha affermato il Presidente Petrucci, nel presentare l’incontro - prosegue l’impegno del Co.Re.Com. Lazio per assicurare la tutela dei diritti in un mercato sempre piùcomplesso”. Dopo l’apertura del Presidente del Co.Re.Com. Petrucci, i saluti di Gianpaolo Manzella, Assessore Sviluppo economico, Commercio e artigianato, Start-Up, Lazio creativo e Innovazione della Regione Lazio, l'intervento di Fabio Piacenti, di Eures e il dibattito cui si sono alternati: Antonio Nicita (Commissario Agcom), Riccardo Capecchi (Segretario generale Agcom), Giovanni Calabrò (DG Tutela del Consumatore Agcm), Augusto Preta (IT Media), Giuseppe Colangelo (Univ. Basilicata), Stefano da Empoli (Presidente I-Com), Alberto Gambino, (Prorettore Università Europea di Roma), Mariateresa Maggiolino(Univ.Bocconi), Massimiliano Sieni (VP Osservatorio dei conflitti e delle conciliazioni del Lazio), le conclusioni sono stata affidate al Presidente di Agcom, Angelo Marcello Cardani.

Al Link i video delgi interventi.

23

Lug 2021

Obbligo PEC per giornalisti

“Il Decreto legge 76/2020 ha introdotto delle sanzioni per gli iscritti agli albi professionali che non hanno ancora attivato o comunicato la PEC, ovvero la posta elettronica certificata Il Decreto prevede adesso che “qualora l’iscritto non comunichi il proprio indirizzo PEC al Consiglio dell’Ordine di appartenenza, quest’ultimo lo diffida ad adempiere entro trenta giorni al predetto obbligo....

08

Lug 2021

RAI E CORECOM LAZIO: FIRMATO IL PROTOCOLLO PER I PROGRAMMI DELL’ACCESSO

  È stato firmato oggi tra il CORECOM LAZIO, nella persona della Presidente Maria Cristina Cafini, e la RAI, rappresentata dal Chief Operations Officer Roberto Cecatto e dal Direttore della Radio Roberto Sergio, il Protocollo d’intesa per i programmi dell’accesso.  Un passo importante per semplificare e favorire la partecipazione dell’associazionismo, del...

18

Giu 2021

Convegno Le Fake News: La Rete tra Responsabilità e Libertà

Le Fake News: La Rete tra Responsabilità e Libertà Lunedi 21 giugno 2021 ore 17,30 online sulla pagina Facebook del Corecom Lazio

16

Giu 2021

Pubblicato il libro di Andrea Camponi

      Pubblicato il libro di Andrea Camponi La Garanzia del Pluralismo dell’Informazione nelle Istituzioni regionali. Il caso Lazio Dalla Commissione di Vigilanza al Testo Unico in materia di Informazione e Comunicazione il libro è scaricabile al link