Continua a pieno ritmo l’attività di Media Education portata avanti dal Corecom Lazio con il coinvolgimento delle scuole delle cinque province laziali.

L’appuntamento di oggi, dal titolo “Navigare sicuri. Dipendenza da Internet e Cyberbullismo”, al quale hanno partecipato oltre duemilacinquecento studenti, si è tenuto questa mattina in modalità e-learnig con la partecipazione del Vice Presidente del Consiglio Regionale Devid Porello, del Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza Monica Sansoni, del Consigliere regionale Laura Corrotti e dell’ispettore Melania Verrucci, Compartimento Polizia Postale del Lazio.

La Presidente del Corecom, Maria Cristina Cafini, ha aperto i lavori ricordando che
“La dipendenza da Internet e dai social è un fenomeno allarmante che si è diffuso in modo esponenziale nel periodo della pandemia, quando i ragazzi sono stati costretti a casa con l’unica finestra sul mondo rappresentata dallo schermo del proprio smartphone. In risposta a questa evoluzione del contesto e del consumo mediale, il Corecom ha ritenuto di rafforzare l’offerta formativa per gli studenti del Lazio moltiplicando gli appuntamenti che affrontano le problematiche connesse all’uso dei media digitali. Siamo convinti – ha aggiunto – che l’evoluzione tecnologica deve sempre essere accompagnata da una crescita culturale, e per questo, nell’ambito della nostra mission istituzionale, a breve avvieremo due nuovi progetti molto importanti: l’Osservatorio Web e lo Sportello Help Web Giovani”.

La Consigliera del Corecom Iside Castagnola, che ha condotto i lavori dell’incontro, ha sottolineato che “la media education è fondamentale per proteggere i più piccoli, spesso sprovveduti e lasciati soli a navigare sul web. Grazie all’ausilio della Polizia postale cerchiamo di sensibilizzare i bambini sul tema della privacy, evidenziando al contempo il potenziale educativo e sociale della rete”.

“Internet è una grande risorsa per la crescita dei ragazzi – ha dichiarato il Vice Presidente del Consiglio regionale Devid Porrello –, tante sono però le insidie che nasconde. Il cyberbullismo è uno dei rischi più grandi per i nostri adolescenti. Per questo non possiamo abbassare la guardia, anzi, dobbiamo intervenire in maniera concreta affinché i giovani si sentano liberi di esprimere loro stessi senza dover temere di cadere in brutte trappole. A noi adulti il compito più difficile: vigilare e trasmettere le giuste consapevolezze ai ragazzi”.

Per la Garante dell’Infanzia e Adolescenza, Monica Sansoni: “La generazione 2.0 è oramai continuamente online, dove il virtuale e il reale sono perfettamente in simbiosi con il loro quotidiano. Non esiste più un online ed un offline, ecco perché sono internauti sempre online. Quotidianamente prendo in carico casi in cui l’utilizzo della Rete diviene uno spazio sociale rischioso, un territorio in cui i minori d’età spesso mettono in atto condotte che conducono anche verso reati. È fondamentale consegnare ai nostri ragazzi e alle nostre ragazze tutte quelle metodologie corrette per conoscere i segnali di rischio”.

La Consigliera Laura Corrotti è intervenuta sottolineando l’importanza di “formazione ed educazione dei social media nelle scuole: un’esigenza importante in tema di uso consapevole e coscienzioso del web che coinvolge non solo gli studenti, ma anche i docenti e le famiglie; molti giovani utilizzano i social media e più in generale il web con leggerezza, scambiano messaggi, foto, video e li condividono anche con sconosciuti senza alcuna percezione dei rischi. Per questo, è necessario mettere i ragazzi in condizione di navigare in maniera consapevole, conoscendo sia le potenzialità sia i pericoli della rete.”

 

Roma, 25 febbraio 2022

30

Nov 2022

Il confine tra libertà di espressione e odio

  Quale è la linea di demarcazione tra la libertà di espressione da un lato e l'eccesso di un'applicazione della stessa che porterebbe sfociare, nei casi più critici, nelle incitazioni all'odio? Questo genere di offesa si radica in ogni discriminazione: di tipo etnico, razziale, etnica, di genere o di orientamento sessuale. La repressione dell'hate speech - l’incitamento all'odio - dal...

28

Nov 2022

2^ EDIZIONE IL GARANTE INCONTRA LA SCUOLA

CAFINI, CORECOM LAZIO, LANCIA L’IDEA DI UNA CABINA DI REGIA TRA LE ISTITUZIONI PER ASSICURARE LA TRANSIZIONE DIGITALE" Il tema dell’incontro, volutamente pensato in corrispondenza della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, è la prevenzione della violenza di genere in ambito scolastico attraverso l’educazione ai Media ed al valore dei Dati. Si è tenuta...

18

Nov 2022

Evento - IL GARANTE INCONTRA LA SCUOLA

“IL GARANTE INCONTRA LA SCUOLA” 2^ EDIZIONE.   Con la presente si rende noto che venerdì 25 novembre 2022 dalle ore 10:00 alle ore 12:00, presso la sala Tirreno della Regione Lazio in p.zza Oderico da Pordenone 15 - Roma, si terrà la seconda edizione dell’iniziativa “IL GARANTE INCONTRA LA SCUOLA”. Il tema dell’incontro, volutamente pensato in corrispondenza della Giornata internazionale...

18

Nov 2022

CORECOM LAZIO E UNITELMA-SAPIENZA ATTIVANO LO SPORTELLO HELP WEB REPUTATION PER I CITTADINI DEL LAZIO

CORECOM LAZIO E UNITELMA-SAPIENZA ATTIVANO LO SPORTELLO HELP WEB REPUTATION PER I CITTADINI DEL LAZIO Nasce lo Sportello dedicato alla protezione dell’identità digitale e della web reputation realizzato dal Comitato Regionale per le Comunicazioni con la partnership dell’ateneo romano Lo sportello è un servizio totalmente gratuito offerto ai cittadini con l’obiettivo di aiutarli concretamente...