Ventennale di fondazione per i Comitati regionali per le comunicazioni (Corecom), le Authority regionali previste dalla riforma Maccanico nella legge istitutiva di Agcom, create dalle Regioni nel marzo 2002, con funzioni di controllo e vigilanza a livello regionale sulle emittenti radio-tv e l'editoria in ambito locale.

 

Due gli appuntamenti in programma. Giovedì 10 marzo avrà luogo un evento istituzionale in Senato, con la presidente Maria Elisabetta Alberti Casellati, mentre per venerdì 11, nella sede della Regione Lazio, è stata convocata l'assemblea degli “Stati Generali dei Corecom”. A introdurre le iniziative sarà Marianna Sala, presidente del Corecom Lombardia e del coordinamento nazionale dei presidenti Corecom. "L'occasione del ventennale di fondazione dei Comitati regionali per le comunicazioni è utile non a meri fini celebrativi - ha sottolineato - ma per rilanciare la loro vocazione di organismi al servizio dei cittadini, delle imprese, delle realtà sociali e culturali e delle istituzioni locali, che hanno finora assicurato risultati positivi, grazie anche alla collaborazione con l'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni". Nella sessione in programma al Senato sono previsti gli interventi dei vertici della Conferenza permanente dei presidenti delle Giunte, Massimiliano Fedriga, e delle Assemblee legislative, Roberto Ciambetti. I lavori si articoleranno poi con l'intervento di Giacomo Lasorella, presidente di Agcom, l'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, che ha delegato a numerosi Corecom l'esercizio di importanti funzioni in materia di comunicazione. Per il Governo interverranno il viceministro alle Infrastrutture, Alessandro Morelli. autore della più recente indagine conoscitiva sulle nuove tecnologie delle telecomunicazioni, la sottosegretaria al ministero dello Sviluppo economico, Anna Ascani, delegata dal ministro Giancarlo Giorgetti alle telecomunicazioni, al digitale e alla banda ultralarga, e il sottosegretario al ministero dell'Istruzione, Rossano Sasso, delegato al contrasto di fenomeni sempre più diffusi nelle scuole come bullismo e cyberbullismo.

I rapporti tra i Corecom e le attività del Servizio pubblico radiotelevisivo in ambito regionale saranno successivamente al centro dei contributi del presidente della commissione parlamentare per la Vigilanza Rai, Alberto Barachini, e della presidente del Consiglio d'amministrazione della Rai, Marinella Soldi. Sono previste inoltre due relazioni che saranno svolte da Mario Morcellini, già prorettore dell'Università La Sapienza e già commissario Agcom, attualmente direttore dell'Alta scuola di comunicazione e media digitali Unitelma/Sapienza, e da Michela Manetti, professore ordinario di Diritto costituzionale dell'Università di Siena. A trarre le conclusioni saranno Antonio Mazzeo, presidente del Consiglio regionale della Toscana, delegato della Conferenza dei presidenti delle Assemblee legislative regionali ai rapporti con i Corecom, e Maria Cristina Cafini, presidente del Corecom Lazio, e vice del Coordinamento nazionale dei presidenti Corecom.

Nella seconda giornata, i lavori si svolgeranno nella sede della Regione Lazio (sala Tirreno), dove sono previste varie sessioni, condotte dai presidenti Corecom Maria Astone (Sicilia), Antonio Marra (Basilicata), Lorena Saracino (Puglia), Pierpaolo Civelli (Valle d'Aosta), Giuseppe La Rana (Abruzzo) e Marco Mazzoni Nicoletti (Veneto). "Al termine degli STATI GENERALI - ha concluso la presidente del Coordinamento nazionale - saremo in grado di fare sintesi fra le molteplici proposte di lavoro che ne saranno scaturite e predisporre le nostre Linee Guida per i prossimi anni di attività, allo scopo di essere un punto di riferimento sempre più efficace al servizio dei cittadini in materia di comunicazioni, dall'emittenza radio-televisiva locale a internet, dalla telefonia alla pay tv".

La regia della manifestazione è stata curata dal Comitato organizzatore, composto anche dal presidente Corecom dell'Emilia Romagna, Stefano Cuppi, e dal Coordinatore nazionale del tavolo dei dirigenti Corecom, Francesco Ciavattone (direttore Corecom Val d'Aosta)

 

Roma, 9 marzo 2022

Per info: www.corecomlazio.it

30

Nov 2022

Il confine tra libertà di espressione e odio

  Quale è la linea di demarcazione tra la libertà di espressione da un lato e l'eccesso di un'applicazione della stessa che porterebbe sfociare, nei casi più critici, nelle incitazioni all'odio? Questo genere di offesa si radica in ogni discriminazione: di tipo etnico, razziale, etnica, di genere o di orientamento sessuale. La repressione dell'hate speech - l’incitamento all'odio - dal...

28

Nov 2022

2^ EDIZIONE IL GARANTE INCONTRA LA SCUOLA

CAFINI, CORECOM LAZIO, LANCIA L’IDEA DI UNA CABINA DI REGIA TRA LE ISTITUZIONI PER ASSICURARE LA TRANSIZIONE DIGITALE" Il tema dell’incontro, volutamente pensato in corrispondenza della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, è la prevenzione della violenza di genere in ambito scolastico attraverso l’educazione ai Media ed al valore dei Dati. Si è tenuta...

18

Nov 2022

Evento - IL GARANTE INCONTRA LA SCUOLA

“IL GARANTE INCONTRA LA SCUOLA” 2^ EDIZIONE.   Con la presente si rende noto che venerdì 25 novembre 2022 dalle ore 10:00 alle ore 12:00, presso la sala Tirreno della Regione Lazio in p.zza Oderico da Pordenone 15 - Roma, si terrà la seconda edizione dell’iniziativa “IL GARANTE INCONTRA LA SCUOLA”. Il tema dell’incontro, volutamente pensato in corrispondenza della Giornata internazionale...

18

Nov 2022

CORECOM LAZIO E UNITELMA-SAPIENZA ATTIVANO LO SPORTELLO HELP WEB REPUTATION PER I CITTADINI DEL LAZIO

CORECOM LAZIO E UNITELMA-SAPIENZA ATTIVANO LO SPORTELLO HELP WEB REPUTATION PER I CITTADINI DEL LAZIO Nasce lo Sportello dedicato alla protezione dell’identità digitale e della web reputation realizzato dal Comitato Regionale per le Comunicazioni con la partnership dell’ateneo romano Lo sportello è un servizio totalmente gratuito offerto ai cittadini con l’obiettivo di aiutarli concretamente...