Il Corecom è organo funzionale dell'Autorità di Garanzia per le Telecomunicazioni (Agcom) ed è altresì organo di consulenza, di gestione e di controllo della Regione, in materia di sistemi convenzionali o informatici delle telecomunicazioni e radiotelevisivo, della cinematografia e dell'editoria.
Il Corecom Lazio, come previsto dalla legge istitutiva, promuove attività di formazione e di ricerca sui temi e sui problemi dell'informazione e della comunicazione a livello regionale e locale.
Inoltre propone iniziative atte a stimolare e sviluppare la formazione e la ricerca sulla telecomunicazione, la radiotelevisione, l'editoria convenzionale o informatica e la cinematografia, anche attraverso la stipula di convenzioni con università, organismi specializzati, pubblici o privati, studiosi ed esperti.

  • I servizi media audiovisivi nel Lazio: il nuovo paesaggio digitale e le prospettive future

 

Uno studio a cura di ITMedia Consulting, che per la prima volta fotografa il panorama audiovisivo nel Lazio dopo il passaggio al segnale digitale terrestre. Si tratta di un lavoro ampio, complesso e per molti versi pionieristico, che ha coinvolto per diversi mesi e in distinte modalità tutti i soggetti operanti a vario titolo nel settore (decisori, regolatori, operatori e studiosi).
La ricerca, prima nel suo genere in Italia, nasce con lo scopo di leggere e interpretare i profondi cambiamenti verificatisi a seguito del passaggio dall'analogico al digitale in Italia nel periodo dal 2007 (anno che precede il primo switchover in Sardegna) ad oggi (2013). Il contesto analizzato è quello della regione Lazio, ma sia in chiave di comparazione che di analisi dei fenomeno il tutto viene riportato, laddove possibile, a una dimensione nazionale.

Visualizza la ricerca

 

 

  • I nuovi servizi televisivi nello scenario convergente della connected TV

Lo studio, effettuato con il contributo del Multimedia Lab - CATTID dell'Università La Sapienza, ha lo scopo di analizzare gli scenari evolutivi dei modelli di business e di contenuto audiovisivo alla luce della convergenza tecnologica fra internet e televisione e conclude con alcune proposte di policy rivolte alle TV locali.
Visualizza la ricerca

  • Studio sulle competenze regionali in materia di ordinamento delle comunicazioni

Lo studio, che verte sulle competenze regionali in tema di ordinamento delle Comunicazioni, è stato realizzato con il contributo del Prof. Giuseppe de Vergottini - Ordinario di Diritto Costituzionale, Presidente Onorario dell'Associazione Internazionale Diritto Costituzionale (IACL), oltre che Presidente del Comitato per l'applicazione del Codice di autoregolamentazione in materia di rappresentazione di vicende giudiziarie nelle trasmissioni radiotelevisive presso l'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni.
Visualizza la ricerca

  • Next Tv (In fase di realizzazione)

Next.Tv, sito di news quotidiano sulla tv del futuro.
Un news-site ad aggiornamento quotidiano con una duplice e preziosa funzione: fornire uno strumento di lettura analitica di un mercato tanto in rapida evoluzione quanto ancora scarsamente codificato e, al tempo stesso, aggregare intorno a un punto di riferimento web stabile il flusso di dati utili per agire all'interno di questo stesso mercato.

  • Indagine sui media locali

Questo studio, commissionato ad IEM nel maggio 2006, concluso nel settembre 2006 e aggiornato - per quanto riguarda l'analisi anagrafica ed economica dell'emittenza televisiva - nel settembre 2007, intende essere di ausilio al Corecom della Regione Lazio nell'espletamento delle funzioni ad esso attribuite dalla Legge Regionale 3 Agosto 2001, n. 19.
Visualizza la ricerca

  • La transizione nel Lazio della televisione verso il digitale terrestre

"Uno slittamento di 5 mesi per lo switch-off di novembre", è l'allarme lanciato dall'Università "La Sapienza" di Roma e dalla Fondazione Rosselli in una ricerca realizzata per conto del Corecom Lazio. La ricerca ("Indagine sui media locali: la transizione nel Lazio della televisione verso il digitale terrestre") evidenzia alcuni elementi di preoccupazione, accanto ai molti aspetti positivi legati alla transizione al digitale (innovazione tecnologica; consistente aumento dei canali visibili; migliore qualità del prodotto televisivo). Questione particolarmente delicata è la mancanza di un Piano Regionale delle frequenze poiché il numero di quelle disponibili appare insufficiente a soddisfare la domanda delle TV locali regionali. Un ulteriore motivo di preoccupazione scaturisce dalla stima che circa un milione di utenti nella Regione e tra i 300 e i 500 mila nella sola città di Roma potrebbero avere problemi di ricezione del segnale. Oltre ai problemi tecnici c'è poi il lato economico in quanto sarà necessario dotarsi dei "decoder" per poter vedere la TV digitale e la spesa di ogni famiglia, in base anche al numero dei televisori presenti, si aggirerà in media intorno a 170 euro.
Visualizza la ricerca


22

Ott 2020

CORECOM LAZIO E GARANTE DELL’INFANZIA DEL LAZIO INSIEME PER IL CONCORSO NAZIONALE “RILEGGIAMO L’ARTICOLO 34 DELLA COSTITUZIONE”

Roma, 22 ottobre 2020 Il Corecom Lazio e il Garante dell’Infanzia e dell’Adolescenza del Lazio hanno deciso di sostenere il Concorso nazionale “Rileggiamo l’articolo 34 della Costituzione” promosso per l’anno scolastico 2020/2021 dal Ministero dell’Istruzione, dall’Associazione Articolo 21, dalla Federazione Nazionale della Stampa Italiana, dalla Rai -Radiotelevisione Italiana, dall’Associazione...

16

Ott 2020

Il Comitato incontra l'ANCI Lazio

Venerdì 9 ottobre, nella sede di ANCI Lazio, si è svolta la riunione conoscitiva tra i vertici dell’associazione e la nuova presidente di CO.RE.COM Lazio, l’avvocato Maria Cristina Cafini. I Corecom sono presenti in ogni regione italiana e nelle province  di Trento e di Bolzano ed hanno il compito di assicurare a livello territoriale regionale una serie di funzioni a tutela dei cittadini,...

12

Ott 2020

CORECOM E GARANTE DELL’INFANZIA DEL LAZIO: “PIÙ FONDI ALLE FAMIGLIE PER LA DIDATTICA A DISTANZA”

Roma, 12-10-2020 Il Corecom Lazio e il Garante dell’Infanzia e dell’Adolescenza del Lazio, in una lettera a firma congiunta, chiedono lo stanziamento di nuovi fondi per aiutare le famiglie indigenti nell'acquisto di dispositivi mobili e consentire la didattica a distanza dei propri figli.La lettera è stata inviata al Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, al Presidente del Consiglio...